Ben Liberto, che insegna governo a Milford High School, MA, il quadro Dieci domande per facilitare le conversazioni politiche in aula.* Ben era uno dei dieci leader degli insegnanti di domande.

Progetto di affiliazioni politiche
INDICAZIONI:

Il tuo compito è quello di intervistare i tuoi familiari e parlare di politica con loro. Avere una discussione con i tuoi genitori, tutori, zie, zii, nonni, fratelli più grandi, eccetera. e vedere ciò che conta di più per loro.

Alcune domande da porre:

  1. Perché è importante per me?
  2. C’è un modo per fare politica/governo più di me? (In altre parole, c’è un modo per coinvolgere le persone che non si riduce al “è nel mio interesse essere coinvolti”)
  3. Quali pensi siano le questioni più importanti che gli Stati Uniti affrontano oggi? Se tu fossi in carica, come proporresti di risolvere o risolvere questi problemi?
  4. Mettendo da parte il cinismo, pensi che ci siano problemi su cui repubblicani e democratici sono d’accordo e, in caso affermativo, quali?
  5. La maggior parte delle persone tende ad avere una visione cinica dei politici (es. – “tutti i politici sono corrotti e ci sono dentro per se stessi”) – se hai tali opinioni, cosa pensi che noi come nazione possiamo fare per eleggere persone migliori all’ufficio?
  6. Cosa, semmai, fai per cercare di promuovere un governo buono ed efficace a livello locale, statale o federale?

Prova a parlare con il maggior numero di membri della famiglia che puoi (a proposito, questo rende una discussione impressionante al Ringraziamento).
Una volta raccolte le informazioni, riflettere sulle loro opinioni. Cosa ne pensi delle risposte della tua famiglia? Se non sei d’accordo con qualcuno di loro, come pensi che tu e loro possano arrivare a una sorta di compromesso?

Questo incarico assumerà la forma di un saggio narrativo e informale in cui discuterai le tue scoperte. NON devi condividere le tue opinioni politiche in questo saggio – Voglio solo che tu esamini ciò che la tua famiglia pensa della politica e rifletta sulle loro opinioni.”

Le domande 1 e 2 sono leggermente modificate dalle loro versioni originali nelle 10 Domande stesse, ma sentivo che avrebbe aiutato a chiarirle mentre i miei studenti si impegnavano con i loro familiari. L’obiettivo di questo particolare incarico non è solo quello di convincere i miei studenti a pensare e discutere di politica con i loro familiari, ma anche di cercare di vedere come costruire un dialogo con i membri della famiglia con cui potrebbero non essere d’accordo.

Parte della mia motivazione in questo incarico è la storia di Daryl Davis, l’uomo afroamericano che ha trascorso gran parte della sua vita raggiungendo i membri del KKK e ascoltandoli e parlando con loro. È riuscito a convincere molti membri del Klan a rinunciare alle loro opinioni e a quell’organizzazione, e alla fine penso che il modello di Davis sia come dovremmo tutti sforzarci di agire con persone che non condividono le nostre opinioni: con orecchie aperte e cuori aperti. Vedere tutta la retorica divisiva – che si tratti dei troll di Internet di 4chan o reddit o dei manifestanti per le strade-tende a allontanarci dalla politica e, più precisamente, quelle persone non parlano nemmeno tra loro. Stanno parlando (urlando, davvero) l’uno sull’altro, e l’obiettivo non è il discorso civile, ma piuttosto semplicemente dimostrando l’altro lato sbagliato.

Quindi il mio obiettivo era quello di far parlare i miei studenti e, quale posto migliore per iniziare a casa? So che le discussioni politiche – specialmente durante le vacanze-possono diventare molto accese, ma ho sentito che questo era un buon posto come un altro per iniziare.

L’incarico afferma chiaramente che i miei studenti non devono condividere le proprie opinioni politiche. Questo perché ho serie riserve etiche sul fatto che i miei studenti condividano le loro opinioni con me (suppongo che questo vada alla domanda 2, ” Quanto dovrei condividere?”). Non condivido le mie opinioni politiche con i miei studenti perché non voglio influenzarli o bias in questo modo-Credo fermamente che la cosa migliore che posso fare come educatore in questo senso è essere il più obiettivo possibile e armarli con quante più prove, ragioni e capacità di pensiero critico in modo che possano capire le cose da soli. Credo fermamente che se dovessi cercare di indottrinarli nelle mie convinzioni, potrei tenere influenza su di loro per un po’, ma alla fine, si risentirebbero di me e delle mie opinioni.

Al momento della stesura di questo articolo, non ho molto da riferire sul progetto. Ho provato a tenere a bada questo diario il più a lungo possibile, ma ho esaurito il tempo! La data di scadenza per questo particolare incarico per i miei studenti governativi (dovrei menzionare che sono per lo più anziani con alcuni juniores sparsi nel mix) è lunedì 18 dicembre. Il tempismo non è l’ideale, ma ho avuto un paio di altri incarichi dovuti all’inizio del mese e non volevo sopraffarli rendendo questo incarico di intervista dovuto allo stesso tempo solo per poter rispettare una scadenza. Tuttavia, sono curioso di sapere cosa riferiranno i miei studenti lunedì quando entreranno.

Una delle cose che ho trovato frustrante è che le mie lezioni di governo a Milford High sono lunghe solo un semestre. Mentre si parla di fare un governo per l’intero anno (e incorporare anche una forte dose di educazione civica), questo è ancora ben oltre l’orizzonte. Per ora, il mio tempo con i miei studenti attuali sta rapidamente volgendo al termine (il nostro semestre si concluderà a metà gennaio).

L’unica buona notizia che posso togliere da questo è il fatto che quando iniziano le mie lezioni di governo del semestre primaverile, inizierò subito con le dieci domande. Non sono del tutto sicuro di come li integrerò oltre il mio incarico politico, ma ho alcune idee su come posso renderlo parte delle discussioni settimanali dei miei studenti.

Ben Liberto / Milford Liceo