14 febbraio 1781 – 5 luglio 1858

Argomento – Messicana Opposizione alla Guerra in Messico dopo il 1848 Messicano Turbolenza Politica di Ritorno di Santa Anna

Nato in una famiglia della classe media in Guadalajara nel 1781, Valentín Goméz Farías addestrato come un medico, la pratica della medicina per più di un decennio prima di entrare in politica. Federalista devoto e radicale (puro), era comunque in grado di lavorare con coloro che non condividevano le sue opinioni ideologiche, tra cui il pragmatico messicano, Antonio Lopez de Santa Anna.

Nel corso della sua carriera, Goméz Farías fu un forte sostenitore delle riforme liberali e cercò di sfidare il potere e l’influenza delle istituzioni più conservatrici del Messico, la Chiesa e l’esercito. Ha favorito la riduzione delle dimensioni dei militari e porre fine alle sue esenzioni dalle leggi civili e processi. Le sue riforme anticlericali richiedevano la secolarizzazione dell’Università del Messico e il divieto ai sacerdoti di commentare questioni non religiose dal pulpito. Inoltre, ha lavorato per porre fine alle limitazioni alla libertà di stampa e migliorare l’istruzione pubblica.

Costretto all’esilio nel 1834, tornò in Messico nel 1845 alla vigilia dell’annessione statunitense del Texas. Oppositore dell’espansione degli Stati Uniti, si alleò con i federalisti moderati e con Santa Anna, che egli stesso viveva in esilio a Cuba. Con lo scoppio della guerra con gli Stati Uniti, la coalizione rovesciò il governo conservatore di Manuel Paredes y Arrillaga. Santa Anna tornò al potere, ma prontamente cedette le funzioni esecutive a Goméz Farías per guidare lo sforzo bellico messicano.

Come presidente ad interim, Goméz Farías nel gennaio 1847 approvò una legge che aboliva la decima obbligatoria e consentiva al governo messicano di requisire proprietà ecclesiastiche, fino a 15 milioni di pesos in valore, per contribuire a finanziare lo sforzo bellico. Questa legge scatenò la rivolta conservatrice di Polkos, in cui cinque unità della Guardia Nazionale a Città del Messico insorsero contro il governo. Santa Anna ha risposto alla crisi abbracciando le richieste dei conservatori ed eliminando la carica di vicepresidente, rimuovendo di fatto Goméz Farías dal potere. Sebbene Goméz Farías non abbia mai più ricoperto una posizione di influenza in Messico, gran parte della sua agenda liberale prefigurò il programma La Reforma di Benito Juarez negli anni 1850 e nei primi anni 1860.

Bibliografia

Costeloe, Michael P. La Repubblica centrale in Messico, 1835-1846: “Hombres de Bien” nell’età di Santa Anna. New York: Cambridge University Press, 2002.

Fowler, Will. “Valentín Goméz Farías: Percezioni del radicalismo nel Messico indipendente, 1821-1847.”Bulletin of Latin American Research 15, no. 1 (1 gennaio 1996): 39-62.

Mena, Aldo. “L’aquila e il serpente: L’ideologia nazionalista di Valtentín Gómez Farías”. Albuquerque, NM: Università del Nuovo Messico, 2001.

Santoni, Pedro. Messicani alle armi: Puro federalisti e la politica della guerra, 1845-1848. Fort Worth: Texas Christian University Press, 1996.

” The U. S.-Mexican War. Biografia. Valentín Gomez Farias / PBS.”U. S.-Mexican War, 1846-1848, 14 marzo 2006.