Negli ultimi 20 anni, i bot sono diventati parte del tessuto di Internet, costituendo circa il 40% di tutto il traffico internet. Tutti i bot sono essenzialmente programmi software che eseguono attività automatizzate su Internet, ma servono una vasta gamma di scopi: dall’aiutare i clienti attraverso la chat in loco, all’infiltrarsi nei server aziendali per rubare informazioni.

La sofisticazione dei bot varia notevolmente, ma i bot e le botnet emergenti (raccolte coordinate di bot) sono sempre più complesse. Mentre i bot più elementari “raschiare” le informazioni da siti Internet per il riutilizzo su altri siti, bot sofisticati possono imitare il comportamento umano-spesso con l’intento di bypassare i protocolli di sicurezza.

Di fronte a tanta attività bot – dove alcuni bot sono essenziali per le imprese e altri possono causare danni ingenti – più aziende sono alla ricerca di modi per ordinare il bene dal male—per consentire una buona attività bot e per fermare i bot dannosi.

Come i diversi Bot influenzano il business

I bot si impegnano in una serie di attività positive e negative. Buoni bot, come motore di ricerca e strumenti SEO, assistenti virtuali e chatbot, possono consentire alle aziende di ottimizzare le operazioni. Ad esempio, secondo Forbes, i bot possono essere parte integrante del successo per gli imprenditori, aiutandoli a scalare le comunicazioni che aumentano la fedeltà dei clienti. E i bot hanno altri vantaggi positivi:

  • Gli strumenti SEO aiutano a migliorare i siti web e risolvere problemi strutturali
  • I chatbot risolvono i problemi rapidamente e riducono il tempo dedicato al supporto
  • Gli assistenti virtuali possono eseguire automaticamente attività comuni su richiesta

I bot dannosi, d’altra parte, possono causare danni significativi. In una recente intervista pubblicata da IEEE Spectrum, hanno notato che i bot di Twitter stanno diffondendo enormi quantità di disinformazione COVID-19, sconvolgendo gli utenti interessati e causando mal di testa di moderazione a Twitter. Altri progetti di bot dannosi possono indirizzare l’infrastruttura per eliminare le operazioni digitali, rubare informazioni sui clienti per ottenere un guadagno finanziario o interrompere l’esperienza del cliente per causare gravi danni al marchio.

Alcuni degli attacchi più comuni sono:

  • la forza Bruta o credenziali ripieno attacchi che richiedono più di un legittimo conto del cliente
  • Scheda di test per identificare utilizzabile carte di credito rubate
  • Raschiare informazioni sui prezzi o contenuto per un vantaggio competitivo
  • campagne Sociali volti ad indurre in errore o infiammare gli utenti
  • DDoS (distributed denial of service) per interrompere o prendere giù un sito web o servizio digitale

Dannoso Bot vs Buona Attività di Bot

Bot può essere utile o dannoso, a seconda della società o di una situazione. Indipendentemente dal bot, la capacità di rilevare, classificare e mitigare in modo appropriato i bot è essenziale per arrestare le attività dannose senza interrompere le attività benefiche dei bot.

Buona Attività Di Bot Maligni Attività Di Bot
I Motori di ricerca

Strumenti SEO

Web Crawler

Chatbots

Assistenti Virtuali

Social Post di Automazione

Automatizzato di Acquisto

Account Acquisizione Attacchi

Scheda Test

Scheda di Cracking

Credenziali Ripieno

DDoS

Forza Bruta

Distribuzione SPAM

Sociale Campagne di Disinformazione

Assicurazione “Bot Quotes”

al Dettaglio di Arbitraggio

In alcune circostanze,” dannoso “o” utile ” è negli occhi di chi guarda, come gli acquisti assistiti da bot che avvantaggiano i rivenditori o le quotazioni bot che possono informare i consumatori ma indicare una probabile frode assicurativa ai vettori.

3 strumenti al centro di un’efficace mitigazione dei bot

Cosa guida un’efficace mitigazione dei bot? Gli approcci più avanzati combinano tre elementi per offrire una protezione senza interruzioni: dati, IA e personalizzazione.

  1. I dati costituiscono la base di qualsiasi difesa bot. Con un set di dati ampio e approfondito, le aziende possono riconoscere identità specifiche, IP, posizioni, dispositivi, aree geografiche e altro ancora per prevedere i rischi. I dati possono anche includere modelli-sia sequenze positive che negative di eventi-che indicano risultati probabili.
  2. AI mette in rete i dati per una protezione immediata e accurata. L’IA costruita su macchine supervisionate e non supervisionate può connettere i dati in tempo reale per identificare sia gli attacchi noti che gli attacchi emergenti e non familiari.
  3. La personalizzazione aiuta l’IA a supportare gli obiettivi aziendali. Quando necessario, le aziende possono creare politiche e regole per guidare l’IA e ottimizzare la protezione per le loro operazioni e obiettivi specifici.

Kount fornisce ricchi dati di identità per far avanzare la protezione bot

La piattaforma di prevenzione delle frodi di Kount adotta l’approccio più avanzato alla protezione bot. Basata sulla rete globale Identity Trust, l’IA di Kount è addestrata sulla più grande rete di segnali di fiducia e frode da 32 miliardi di interazioni annuali al fine di bloccare le frodi in tempo reale e consentire esperienze personalizzate dei clienti.

Con questi dati, l’IA di Kount è in grado di misurare con precisione la fiducia nell’identità – il rischio relativo associato ai numerosi segnali dietro ogni interazione – per consentire decisioni rapide e accurate che bloccano le frodi senza aggiungere attriti indesiderati o ridurre i profitti. L’IA di Kount è basata sull’apprendimento automatico supervisionato e non supervisionato, rendendolo in grado di identificare in modo univoco gli attacchi noti ed emergenti.

La protezione adattiva automatizzata di Kount, i dati trasparenti e le opzioni strategiche avanzate consentono alle aziende di fermare immediatamente le frodi e di definire i risultati in base alle loro esigenze, anche se tali esigenze cambiano nel tempo.

Implementando la piattaforma di prevenzione delle frodi di Kount, le aziende possono identificare e fermare rapidamente i bot dannosi senza interrompere l’esperienza del cliente, consentendo loro di fornire servizi digitali sicuri in grado di scalare senza rischi.