UPROXX

Una noce di cocco fresca, la carne e l’acqua mescolata al rum, sorseggiata su una spiaggia di Jalisco. Dolce e frizzante chicha de jora direttamente da una fattoria peruviana. Una bottiglia non marcata di arak fatto in casa seduto intorno a un tavolo in Bcharre, fiocchi di neve che cadono qua e là.

Non importa come si viaggia, bere alcolici locali spesso va di pari passo con l’esperienza. Ma con la recente notizia che almeno 19 persone in Costa Rica sono morte da giugno a causa di avvelenamento da metanolo da alcol bootleg, e la teoria che la recente ondata di morti misteriose nella Repubblica Dominicana potrebbe anche avere a che fare con l’alcol falso, si può solo diffidare di partecipare a viaggi futuri.

Sembra, infatti, che le notizie di falsi avvelenamenti da alcol siano improvvisamente ovunque. Allora, qual è il problema con l’alcol falso, ed è possibile continuare a far festa senza doversi preoccupare? Lo scomponiamo.

Che cos’è l’alcol falso?

L’alcol falso è praticamente esattamente quello che sembra: un distillato bootleg, molto spesso venduto come se fosse prodotto legalmente. Per contesto: l’alcol che gli esseri umani possono bere è fatto con etanolo. L’alcol falso, d’altra parte, è fatto o mescolato con altre forme di alcol, molte delle quali sono estremamente pericolose da assorbire.

Secondo DrinkAware:

“I sostituti comunemente usati per l’etanolo includono sostanze chimiche utilizzate nei liquidi detergenti, nel solvente per unghie e nel lavaggio dello schermo dell’automobile, nonché metanolo e isopropanolo utilizzati nell’antigelo e in alcuni combustibili. Questi altri tipi di alcol possono produrre effetti simili all’etanolo in termini di farti sentire brillo. Ma sono anche potenzialmente molto pericolosi.

Bere alcolici contenenti queste sostanze chimiche può causare nausea e vomito, dolore addominale, sonnolenza e vertigini. Può anche portare a problemi ai reni o al fegato e persino al coma.”

In effetti, i funzionari ritengono che l’alcol mescolato con “livelli tossici” di metanolo — che viene spesso utilizzato in prodotti come l’antigelo — sia stata la causa principale delle recenti morti in Costa Rica. Un recente post sulla conversazione rivela che il mercato per l’alcol contraffatto in tutto il mondo è in realtà piuttosto vasto, e la mancanza di regolamentazione coinvolti permette di prosperare. Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, il 25% dell’alcol consumato in tutto il mondo non è registrato e quindi non monitorato per qualità o tassazione.

La minaccia di lesioni gravi o addirittura di morte solleva la domanda: perché correre il rischio? Perche ‘rendere una cosa cosi’ pericolosa? La risposta semplice: soldi. Se i falsari stanno facendo straight-up bootleg spiriti, come chiaro di luna, o l’acquisto di bottiglie contraffatte fatto per sembrare costoso vino e distillati, e poi li distribuisce ai bar e club per essere venduto come il vero affare per un enorme pay-off, c’è un sacco di soldi per essere fatto da produzione e vendita di alcol adulterato e la sua più difficile da rintracciare/riconoscere/catch se ha ancora un aspro odore e effetti intossicanti.

Dovrei essere preoccupato?

Il fatto è che l’alcol falso è in aumento. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, solo nell’ultimo decennio, “Ci sono stati numerosi focolai negli ultimi anni, tra cui in Cambogia, Repubblica Ceca, Ecuador, Estonia, India, Indonesia, Kenya, Libia, Nicaragua, Norvegia, Pakistan, Turchia e Uganda. La dimensione di questi focolai è variata da 20 a oltre 800 vittime, con tassi di mortalità dei casi di oltre il 30% in alcuni casi.”

Nel mese di febbraio, il Washington Post ha riferito che almeno 76 persone erano morte in India a causa di alcol bootleg. La vodka contraffatta è stata un problema nel Regno Unito per anni, portando alla proliferazione di campagne di informazione come SafeProof e DrinkAware. È anche un problema costante in Malesia, Irlanda e Indonesia.