Vicino a Crookston, Minnesota, in mezzo a campi di mais, grano, barbabietole da zucchero e fagioli, Jerry e Kim Michaelson e il loro figlio, Josh, coltivano erba medica. Raccolgono circa 3.000 acri da vendere ai caseifici nel Dakota del Nord, nel Dakota del Sud, nel Minnesota e nel Wisconsin.

“I caseifici più grandi rappresentano un mercato consolidato da cui possiamo dipendere e sappiamo che possiamo produrre la qualità dell’erba medica che questi produttori di latte stanno cercando”, afferma Jerry Michaelson. “Sembra che ci sia una continua domanda di fieno di erba medica di alta qualità.”

Hanno visto l’opportunità di coltivare questo raccolto di nicchia di alto valore mentre i produttori di latticini spostano la loro gestione del foraggio.

“La maggior parte dei nostri clienti della latteria taglia i loro foraggi per il silaggio ed il haylage e comprano tutto il loro fieno secco,” Michaelson dice. “Poiché fare l’insilato o il haylage è più indulgente delle condizioni atmosferiche, è più facile affinchè i caseifici faccia il haylage che è mettere su il fieno. Possono quindi acquistare fieno della qualità di cui hanno bisogno.”

I Michaelsons avevano già acquisito una certa esperienza nella commercializzazione di fieno in piccoli lotti. Le prime vendite di fieno provenivano dall’eccedenza raccolta per il proprio bestiame. La famiglia in precedenza allevava bovini Charolais di razza pura oltre a coltivare colture convenzionali.

Dato il potenziale di mercato, i Michaelson trovarono i loro interessi che si spostavano dal bestiame e dalle colture convenzionali alla costruzione di un business di fieno di alto valore.

Un’altra carta da disegno per espandere il business del fieno era la loro proprietà delle attrezzature necessarie per la raccolta del fieno.

I Michaelsons adottarono misure graduali per trasformare la loro attività in un’impresa di fieno. Hanno convertito i campi in erba medica mentre il loro mercato del fieno cresceva.

“Abbiamo iniziato vendendo fieno a persone che avevano acquistato fieno da noi negli anni precedenti”, dice Michaelson. “Abbiamo anche venduto fieno ad alcuni produttori di latte che conoscevamo. I loro nutrizionisti di mangimi hanno apprezzato il nostro prodotto, quindi le nostre vendite hanno continuato a crescere con il passaparola.”

Fornire costantemente ai caseifici solo fieno di alta qualità ha portato a una costante espansione del mercato e a clienti fedeli. I clienti abituali rappresentano il 95% delle vendite dei Michaelsons.

“È importante avere un buon rapporto con i nostri clienti”, afferma Michaelson. “Scopriamo che tipo di fieno vuole ciascuno dei nostri clienti, e questo dipenderà dalla razione che il caseificio nutre. Poiché testiamo tutto il nostro fieno per la qualità dei mangimi, siamo in grado di fornire il tipo di fieno che vogliono. Quindi ci assicuriamo che tutto il fieno che comprano da noi sia della stessa qualità in modo che non debbano cambiare la razione ogni volta che ricevono un carico di fieno. Richiamerò periodicamente per assicurarmi che il fieno funzioni per loro.”

Il valore relativo dell’alimentazione (RFV) nel fieno varia da 120 a 200. “L’erba medica di primo taglio è solitamente più bassa nella qualità, mentre le talee successive provano più su nel valore relativo dell’alimentazione,” dice. “Nei vecchi stand di erba medica, l’erba inizia a crescere. Lo vendiamo per fieno secco.”

Tagliare rapidamente l’erba medica nelle fasi iniziali del germoglio dà tipicamente il più alto RFV nel foraggio.

“Ottenere il fieno raccolto in modo tempestivo è probabilmente il fattore più importante per ottenere fieno di alta qualità”, afferma Michaelson. “C’è una stretta finestra di opportunità. Il valore relativo del mangime diminuisce drasticamente quando l’erba medica diventa un po ‘ più matura.”

A seconda del campo, ottengono tre e quattro talee in una stagione di crescita. Prendono il primo taglio verso la fine di maggio e prendono l’ultimo taglio entro e non oltre la fine di agosto.

” Se tagliamo più tardi, rischiamo di uccidere l’inverno sullo stand di erba medica, perché non avremo abbastanza ricrescita per le piante per sopravvivere all’inverno e tornare in primavera”, dice.

Raccolgono l’erba medica in grandi balle quadrate. La resa è in media di circa 4,5 tonnellate per acro.

Tutte le mani sul ponte

Insieme ai dipendenti part-time, tutta la famiglia viene coinvolta con l’imballaggio. Kim gestisce una pressa per balle, così come la moglie di Josh, Meagan. Jerry e la figlia di Kim, Lindsey, gestisce una pressa per balle durante la stagione di raccolta della paglia.

I Michaelsons comprano paglia nel campo dai vicini e la imballano per fornire ai clienti lattiero-caseari paglia di grano.

“Quando il fieno dell’erba medica è pronto alla balla, corriamo con quattro grandi presse per balle e possiamo solitamente balle intorno 300 acri un il giorno,” Michaelson dice. “Dobbiamo raccogliere il fieno a quel ritmo per tenere il passo con la crescita dell’erba medica e raccoglierlo al suo massimo valore di mangime relativo.”

Seguendo le presse sul campo ci sono due impilatori. Le balle di erba medica di primo taglio, che di solito hanno un RFV inferiore, sono impilate nel campo dove sono coperte con teloni. Queste pile sono messe nelle file accoppiate con una linea dei barilotti di plastica che segnano il centro della fila. Le botti creano una linea centrale elevata, fornendo un telo che copre con una presa d’aria e un picco per gettare acqua dalla pioggia o scioglimento della neve.

La seconda, la terza e la quarta talea di erba medica vengono trainate da un camion semirimorchio dal campo al cortile, dove il fieno viene immagazzinato in capannoni.

I Michaelsons consegnano le balle di erba medica e della paglia ai loro clienti anno-rotondo. Sono particolarmente impegnati con questo lavoro in autunno, inverno e primavera, quando la raccolta del fieno non è in corso.

La forza della loro attività dipende dalla continua produzione di fieno di qualità.

“I clienti sanno che ci preoccupiamo di come viene messo il nostro fieno e della qualità delle balle che consegniamo”, afferma Michaelson.

Sostenere la resa

L’erba medica dei Michaelsons inizia tipicamente a diradarsi dopo quattro o cinque anni.

“Ogni anno rompiamo da 300 a 400 acri”, dice Jerry Michaelson. “Diamo ai campi una pausa prima di riseminarli, perché la vecchia erba medica emette una tossina che causa un cattivo rendimento della nuova erba medica.”

Terminano l’erba medica in autunno spruzzando e scalpellando. Il grano cresce nel campo l’anno successivo.

La primavera successiva, hanno riseminato l’erba medica a metà maggio, quando il rischio di gelo è diminuito. Prima della semina, lavorano leggermente la superficie del terreno con un dente danese su un packer erpice. Poi soffiano sul seme di erba medica ed erpice-imballano il campo. Una coltura di copertura d’orzo protegge il suolo dall’erosione fino a quando non viene stabilita l’erba medica.

Il primo anno, la giovane erba medica produce da una a due talee, a seconda delle condizioni di crescita della primavera e dell’estate.