Pittura pastello sperimentato il suo picco nel 17 ° e 18 ° secolo e prodotto molti famosi dipinti a pastello. Abbiamo creato un’introduzione agli artisti più importanti di questo tempo e vi mostriamo le loro opere d’arte pastello più colorate.

Storia della pittura a pastello

La pittura a pastello ha la sua origine alla fine del xv secolo. Durante questo periodo è stato utilizzato principalmente per gli schizzi. La tecnica pittorica poi sperimentato il suo picco nel 17 ° e 18 ° secolo. Pastello gesso è stato spesso utilizzato, soprattutto per la pittura di ritratto. Gli artisti di quel tempo impararono ad apprezzare il gesso pastello come mezzo di pittura indipendente. Color pastel art produce un aspetto unico e può creare alcune opere d’arte accattivanti.

Famosi artisti pastello e dipinti a pastello

Ci sono stati un certo numero di famosi artisti pastello nel corso della storia. Da famosi artisti pastello ad olio ad artisti pastello morbidi, sono state create molte incredibili opere d’arte. Di seguito è riportato un rapido sguardo ad alcuni dei più famosi dipinti a pastello, e le persone dietro di loro.

Rosalba Carriera

Rosalba Carriera visse dal 1674 al 1757, e il suo talento fu riconosciuto da suo padre in giovane età e costantemente incoraggiato da lui. Oltre a studiare all’Accademia di San Luca e successivamente con Antonio Balestra a Venezia, sviluppa la sua espressione artistica.

Inizialmente usava la pittura ad olio come mezzo di pittura fino a quando il pittore Christian Cole le consigliò di usare matite pastello. I suoi soggetti erano principalmente Maria, Cristo e figure mitologiche. Si è fatta un nome come artista pastello morbido ed è stato un ospite molto ricercato in molti tribunali in Europa al momento. Rosalba Carriera divenne cieca nel 1746 dopo una lunga malattia agli occhi, così la sua carriera di pittrice fu sigillata. Il suo stile pittorico, influenzato dal periodo rococò, era unico, caratterizzato da grazia e eccellente morbidezza del colore.

 famosi artisti pastello ad olio
Ragazza con pappagallo, ca. 1730 Sailko ,da Wikimedia Commons

Maurice Quentin de La Tour

Negli anni 1720 e 1721 Rosalba Carriera acceso una vera e propria tendenza verso la pittura a pastello a Parigi. Maurice de La Tour studiò in un’accademia d’arte parigina nel 1719 e successivamente divenne un lavoratore autonomo. Era un artista di talento pastello e molti dei suoi dipinti a pastello sono ricercati oggetti da collezione.

Dipinse principalmente ritratti e divenne uno dei più famosi ritrattisti a pastello. Gli fu anche permesso di dipingere ritratti di personaggi famosi come Luigi XV e gli fu dato il soprannome di “Prince des pastellistes”, cioè il principe della pittura a pastello. Dal 1750 fu consigliere presso la royal academy of arts e fu pittore di corte della corte reale francese. Ha anche formato vari studenti e prodotto nomi famosi come Joseph Boze e Adélaide Labille-Guiard. Un dipinto a pastello molto famoso di Quentin de La Tour era il suo dipinto a gesso pastello “Luigi XV”, dipinto nel 1748.

artisti pastello
Ludwig XV Maurice Quentin de La Tour

Edgar Degas

Edgar Degas è stato probabilmente uno dei più famosi rappresentanti della pittura a pastello e ha influenzato in modo significativo questo stile. Ha sperimentato con gessi pastello per un lungo periodo di tempo prima che egli li ha fatto il suo principale mezzo di pittura da circa 1880. Ha anche mescolato questi con altri mezzi di pittura ancora e ancora.

Tra le altre cose, ha usato acquerelli e colori ad olio, che ha applicato in più strati, creando così opere d’arte incomparabili. I suoi dipinti di gesso pastello erano molto ricercati dai collezionisti durante la sua vita, e dal 1880 in poi vendette alcuni dei suoi dipinti a prezzi che erano esorbitanti al momento. Fino ad oggi vengono offerte somme molto elevate per le sue immagini pastello, che si trovano nella gamma da un milione a due cifre. Uno dei suoi dipinti più famosi è il dipinto a pastello “Ballerini al palo” del 1876.

famosi artisti pastello
Ballerini al bar, 1876 Edgar Degas

Adélaïde Labille-Guiard

Adélaïde Labille-Guiard ebbe l’idea di diventare pittore all’età di 14 anni. Nata a Parigi, entrò in contatto con gli artisti attraverso gli amici di suo padre e apprese la pittura ritrattistica. Adélaïde in seguito studiò con il noto pittore di pastello Maurice Quentin de La Tour, che era di moda all’epoca. Tuttavia, non ha avuto molto successo con i suoi dipinti in questo momento.

Questo era certamente dovuto alla massa pura di dipinti a pastello di quel periodo. Tuttavia, fu in grado di guadagnarsi da vivere con i suoi dipinti, e alla fine divenne uno dei grandi ritrattisti a pastello. In questo momento era quasi necessario essere accettati nella royal academy of arts per sopravvivere. Tuttavia, solo la pittura ad olio è stata riconosciuta lì, quindi Adélaïde Labille-Guiard ha dovuto impararlo. Ha sempre combattuto per il diritto delle donne ad essere artisticamente attiva, e il suo progetto è stato un notevole successo al momento.

Uno dei suoi dipinti più famosi è il ritratto del pittore François-André Vincent nel 1783, che era suo amico e ti ha introdotto all’arte della pittura ad olio.

pastello artista
Ritratto di François-André Vincent Adélaïde Labille-Guiard

Joseph Vivien

In gioventù, Joseph Vivien ha avuto l’opportunità di imparare la pittura a Parigi dal famoso pittore François Bonnemer. Nel 1699 fu in grado di fare un ritratto dell’elettore Max Emanuel di Baviera a Bruxelles e visse per un periodo a Monaco di Baviera. In seguito fu richiamato a Parigi, lavorando per personalità famose a Colonia, Münster e Bonn.

Fu uno dei pionieri assoluti della pittura a pastello, i suoi dipinti a pastello erano già molto ricercati durante la sua vita. Ha ricevuto premi dagli elettori ed è stato accettato nelle accademie d’arte. Uno dei dipinti a pastello più famosi è il ritratto dell’elettore bavarese Max Emanuel del 1706.

dipinti a pastello
Ritratto dell’elettore bavarese Max Emanuel, 1706 Joseph Vivien

Jean-Étienne Liotard

Jean-Étienne Liotard fu apprendista di Daniel Gardelle e imparò la pittura in miniatura lì. Ha messo la sua attenzione sulla pittura di ritratto, che ha eseguito con gesso pastello. Amava viaggiare e oltre alla Grecia e all’Italia, viaggiò anche in Turchia, dove visse per un po’. Ha poi vissuto a Vienna, dove ha ricevuto molte commissioni.

Più tardi fu richiamato a Parigi, dove si fece un nome come pittore di pastelli e difficilmente riuscì a salvarsi dalle commissioni. Si trasferì poi a Ginevra, dove proseguì la sua arte con brevi interruzioni fino alla morte. Durante il suo periodo a Vienna, ha creato uno dei suoi più famosi dipinti a pastello, “La ragazza di cioccolato”, che è stato dipinto nel 1744.

 artisti pastello ad olio
La ragazza del cioccolato, 1744 Old Masters Picture Gallery Dresda