il Digiuno può ridurre l’infiammazione e migliorare le malattie infiammatorie croniche senza influenzare la risposta del sistema immunitario alle infezioni acute, secondo un nuovo studio dai ricercatori della Mount Sinai di New York e pubblicato sulla rivista Cell.

Mentre infiammazione acuta è un normale processo immunitario che aiuta a combattere le infezioni, infiammazione cronica può avere conseguenze gravi per la salute, tra cui malattie cardiache, diabete, cancro, sclerosi multipla, malattie infiammatorie intestinali, ha detto Miriam Merad, MD, PhD, autore senior e direttore della Precisione di Immunologia dell’Istituto presso il Icahn School of Medicine presso il Monte Sinai.

Lavorando con cellule immunitarie umane e di topo, Merad e colleghi hanno dimostrato che il digiuno intermittente riduce il rilascio di cellule pro-infiammatorie chiamate monociti nella circolazione sanguigna. Ulteriori indagini hanno rivelato che durante i periodi di digiuno, queste cellule vanno in “modalità sleep” e sono meno infiammatorie dei monociti trovati in coloro che sono stati nutriti.

I monociti sono cellule immunitarie altamente infiammatorie che possono causare gravi danni ai tessuti, ha detto Merad, e la popolazione ha visto una quantità crescente nella loro circolazione sanguigna a causa delle abitudini alimentari che gli esseri umani hanno acquisito negli ultimi secoli.

Considerando l’ampio spettro di malattie causate da infiammazione cronica e il numero crescente di pazienti affetti da queste malattie, c’è un enorme potenziale nello studio degli effetti anti-infiammatori del digiuno, secondo Stefan Jordan, PhD, primo autore e borsista post-dottorato.

I ricercatori hanno detto che intendono continuare a cercare di decifrare i meccanismi molecolari con cui il digiuno migliora le malattie infiammatorie, che potrebbero portare a nuove strategie terapeutiche preventive per il trattamento di molte malattie umane.