Sam Marsden e Moises llorens27 ott, 20203 Minute Read

Josep Maria Bartomeu si è dimesso da presidente del Barcellona martedì, piuttosto che attendere un voto di fiducia dei tifosi sul suo futuro al club.

Il resto del consiglio di amministrazione si è dimesso insieme a Bartomeu e nei prossimi 90 giorni sarà prevista un’elezione per nominare un nuovo presidente.

– Stream ESPN FC Daily su ESPN + (solo negli Stati Uniti)
– ESPN+ viewer’s guide: Bundesliga, Serie A, MLS, FA Cup e altro ancora

“È una decisione ponderata, serena e informata” di dimettersi, ha detto Bartomeu in un discorso televisivo.

Un consiglio di amministrazione temporaneo supervisionerà il funzionamento quotidiano del club fino alla nomina di un nuovo comitato esecutivo.

Il club il Mercoledì nominato Carles Tusquets come loro presidente ad interim, con Barca dicendo in una dichiarazione che Tusquets, il presidente della commissione economica del club, avrebbe guidato il consiglio di amministrazione ad interim, composto da altre sette persone, fino a quando un nuovo presidente e consiglio è eletto.

Bartomeu ha scelto di lasciare piuttosto che chiedere ai membri del club di votare sul suo futuro dopo un dibattito con il governo locale in Catalogna sul fatto che il voto di persona sarebbe sicuro nell’attuale pandemia.

Più di 20.000 sostenitori hanno firmato una petizione questo mese per lui di essere rimosso come presidente dopo essere cresciuto sempre più sconvolto con la sua gestione del club.

Che ha innescato un referendum sulla posizione di Bartomeu al club. Tuttavia, una votazione non è più necessaria.

Victor Font, Joan Laporta e Jordi Roche sono alcuni dei candidati che dovrebbero candidarsi alle elezioni per decidere il successore di Bartomeu.

Bartomeu, 57 anni, ha sostituito Sandro Rosell come presidente nel 2014. In precedenza era stato vicepresidente di Rosell, che si è dimesso dopo che è stata presentata una causa accusandolo di nascondere il costo reale del trasferimento di Neymar.

Dopo il Treble sotto Luis Enrique, Bartomeu è stato rieletto con un nuovo mandato di sei anni nel 2015.

Tuttavia, la sua popolarità è diminuita negli ultimi cinque anni, con problemi fuori dal campo alla fine trascinando verso il basso le prestazioni in campo.

La scorsa stagione è stata la prima campagna del Barca senza un trofeo dal 2007-08, e all’inizio di questo mese il club ha annunciato perdite per la stagione 2019-20 di €97 milioni, anche se era in gran parte una conseguenza delle tensioni finanziarie relative alla pandemia di coronavirus.

Sono emerse crepe tra Bartomeu e i giocatori, in particolare Lionel Messi.

Bartomeu rimase fermo quando Messi voleva lasciare il Barca la scorsa estate, con l’attaccante che lo accusava di mentire e poi criticava la gestione del club di Bartomeu quando annunciò che sarebbe rimasto piuttosto che perseguire azioni legali per forzare un allontanamento dal Camp Nou.

“La cosa più facile dopo i Campioni era dimettersi, ma si dovevano prendere decisioni in mezzo a una crisi globale senza precedenti”, ha detto Bartomeu, aggiungendo che in seguito, sulla scia del sputo di Messi, non poteva lasciare che il club fosse gestito da figure esterne e temporanee.

“Chi avrebbe assicurato che Messi fosse rimasto? Chi avrebbe assunto un nuovo allenatore?”ha detto Bartomeu, che ha preso il posto a Barcellona di Sandro Rosell in 2014.

Gerard Pique è stato anche critico di Bartomeu in una recente intervista. Il difensore ha detto che era una “atrocità” che i soldi erano stati spesi dal club in una campagna diffamatoria sui social media contro i giocatori attuali ed ex. Lo scandalo divenne noto come Barcagate.

Bartomeu e il club affermano di non essere a conoscenza dei post e un audit esterno da parte di PricewaterhouseCoopers li ha esonerati, sebbene sia in corso un’indagine di polizia.

Ad aprile, sei membri del consiglio si dimisero, citando disaccordi su come il club fosse gestito da Bartomeu.

Nonostante il malcontento tra tifosi e giocatori, Bartomeu sperava di vedere fuori il suo mandato, che si è svolto fino al 2021. Un’elezione era stata programmata per marzo, ma come risultato della sua partenza anticipata, ora sarà accelerata.