Notizie

Pubblicato: Luglio, 2020

Bere caffè è legato a molti benefici per la salute, come un minore aumento di peso, una pressione sanguigna media giornaliera più bassa e un rischio ridotto di diabete e malattie cardiovascolari. Ma quale metodo di fermentazione ti aiuterà a ottenere il massimo dalla tua tazza? Uno studio pubblicato online il 22 aprile 2020, dall’European Journal of Preventive Cardiology ha rilevato che filtrare il caffè (ad esempio, con un filtro di carta) — non solo bollire i chicchi di caffè macinato e bere l’acqua — era meglio per la salute, in particolare per le persone anziane. I ricercatori hanno analizzato le risposte al sondaggio di oltre 500.000 bevitori di caffè sani (dai 20 ai 79 anni) che sono stati seguiti per circa 20 anni. Le persone di età inferiore ai 60 anni che bevevano da una a quattro tazze di caffè, in particolare caffè filtrato, avevano tassi più bassi di malattia arteriosa e morte. Il più basso tasso di morte con i bevitori di caffè filtrati persisteva nelle persone di età pari o superiore a 60 anni, ma si perdeva nelle persone che bevevano cinque o più tazze al giorno. Lo studio è osservazionale e non dimostra che il caffè filtrato è più sano del caffè non filtrato, ma ha senso. Il caffè non filtrato contiene diterpeni, composti che possono aumentare il colesterolo, e i ricercatori dicono che una tazza di caffè non filtrato contiene 30 volte più diterpeni di una tazza di caffè filtrato. Quindi usa quel filtro per il caffè, salva la stampa francese o il caffè turco non filtrato per rare occasioni e considera di limitare l’assunzione di caffè a meno di cinque tazze al giorno, in media.