Lo statuto delle limitazioni per un’azione qui tam ai sensi del federal False Claims Act (“FCA”) si trova nella Sezione 3731 (b) della FCA: “Un’azione civile ai sensi della sezione 3730 non può essere portato-

(1) più di 6 anni dopo la data in cui la violazione della sezione 3729 è impegnata, o

(2) più di 3 anni dopo la data in cui i fatti di materiale per il diritto di azione sono noti, o ragionevolmente dovrebbe essere stato comunicato ufficiale degli Stati Uniti, con l’incarico di agire in circostanze ma in nessun caso più di 10 anni dopo la data in cui la violazione è commessa,
a seconda di quale si verifica per ultimo.”

Pertanto, ai sensi del § 3731(b) (1), in una denuncia presentata nel 2013, solo l’attività di contraccolpo che si è verificata negli ultimi sei anni sarebbe perseguibile, perché le richieste di violazioni di età superiore a sei anni sono vietate.

Le regole sono diverse per i relatori Qui Tam e il governo?

3731 (b) (2) è una disposizione di pedaggio che consente reclami che risalgono a dieci anni se sono portati entro tre anni dalla data in cui il governo federale sapeva o avrebbe dovuto sapere delle tangenti. Alcuni tribunali hanno dichiarato che § 3731 (b) (2) si applica alle cause promosse dai relatori, mentre la maggioranza dei tribunali ha dichiarato che la disposizione sul pedaggio si applica solo nei casi in cui il governo è parte (che, secondo questi tribunali, è solo quando il governo interviene).

I tribunali sono divisi sul fatto che un informatore qui tam abbia il diritto di usufruire della disposizione di pedaggio triennale nella Sezione 3731(b)(2). La maggior parte dei tribunali ritiene che la disposizione sul pedaggio sia inapplicabile ai querelanti qui tam. Vedi ad esempio Stati Uniti ex rel. Sanders contro l’AM. Autobus Indus., Inc., 546 F.3d 288, 293 (4 ° Cir. 2008) (“Riteniamo che la Sezione 3731(b) (2) estenda lo statuto delle limitazioni della FCA oltre i sei anni solo nei casi in cui gli Stati Uniti sono una parte.”); Stati Uniti. ex rel. Sikkenga v. Regence Bluecross Blueshield dello Utah, 472 F. 3d 702, 725-26 (10 ° Cir. 2006).

L’opinione minoritaria è che la disposizione sul pedaggio di cui al § 3731(b)(2) si applica anche alle cause promosse dai relatori. Vedi ad esempio Stati Uniti ex rel. Hunt v. Cochise Consultancy, Inc., 887 F. 3d 1081, 1096 (11 Cir. 2018) (“e concludere che il Congresso intendeva per § 3731(b) (2) il periodo di limitazioni di essere disponibile per i relatori anche quando gli Stati Uniti rifiutano di intervenire.”); Stati Uniti ex rel. Hyatt contro Northrop Corp., 91 F. 3d 1211, 1216 (9 ° Cir. 1996) (“e concludono che il Congresso non intendeva limitare le disposizioni di pedaggio della legge da applicare alle cause intentate dal solo Procuratore generale, ma intendeva che la disposizione di pedaggio si applicasse anche ai querelanti qui tam.”).

Conclusione

Pertanto, fino a quando la Corte Suprema non risolve definitivamente la questione se la prescrizione estesa si applichi ai reclami presentati dai relatori, la capacità di un relatore di sfruttare potenzialmente il periodo di prescrizione esteso di 10 anni dipende dalla giurisdizione in cui le sue richieste sono depositate.

Contatta un avvocato informatore

Hai bisogno di un avvocato informatore o vuoi saperne di più sulla legge qui tam?

Ci sono tre semplici modi per contattare la nostra azienda:

  1. Utilizza il modulo di contatto in questa pagina.
  2. Email [email protected]
  3. Chiama (844) 781-3088

Le tue informazioni rimarranno riservate mentre valuteremo le tue potenziali richieste e lavoreremo con te per proteggere i tuoi diritti.